E’ nato il 6 giugno 1994 a Udine, dove attualmente risiede e dove ha iniziato a calciare i primi palloni tra Donatello e Udinese. Parliamo del nuovo difensore centrale dei gialloblù Fabrizio Pratolino, prelevato nei primi giorni di mercato dal Lumignacco.

Affezionato a mister Zanuttig con il quale ha condiviso le esperienza con Monfalcone prima e con la formazione udinese da cui arriva poi, ha accolto con grande entusiasmo la possibilità di ritrovare l’elite dilettantistica. Non sarà facile far dimenticare ai suoi nuovi tifosi capitan Visintin, Dal Compare e Zamuner, ma le capacità tecniche non gli fanno difetto.

Esordisce giovanissimo con la maglia della Triestina in Coppa Italia di Serie C a soli 18 anni. Dalle coste dell’Adriatico torna a Udine dove veste la maglia della Primavera e successivamente compie il tragitto inverso per ritornare in alabardato nell’avventura in Serie D. L’anno successivo rifà i bagagli e si trasferisce a Monfalcone, dove centra la promozione in quarta serie  e la disputa centrando la salvezza sul campo con 35 presenze e un gol messo a segno. Dopo la non iscrizione dei cantierini, sceglie il Lumignacco dove snocciola tre campionati consecutivi con ottimi risultati.

Ora l’occasione di calcare i prati verdi più alti dei dilettanti, alternando la passione per il calcio a quello per lo studio. Iscritto all’università di Udine dove rincorre la laurea in Ingegneria Ambientale, non dimentica gli amici, con i quali trascorre il tempo libero. Innamorato della vita e di Carles Puyol, carismatico difensore spagnolo, al quale si ispira.

Benvenuto Fabrizio