“Il Mestre è una squadra e una piazza di prim’ordine, con trascorsi nel professionismo e con qualche intoppo societario più recente.

Ora con la promozione attraverso i ripescaggi dall’Eccellenza gir. B, secondi alle spalle della Luparense, si presenta con ambizioni importanti.

Lo si è visto anche nella gara contro l’Adriese (una delle maggiori pretendenti alla vittoria finale) dove ha giocato a viso aperto e direi alla pari.

Hanno confermato l’ossatura in buona parte ed inserito elementi esperti come: Gritti (difensore ex professionista), Bigoni (ex San Donà), Giusti (ex Este) e giovani di valore come Poletto (sett. giov. Inter), Tonolo (sett. Giov. Venezia), Paccagnella (sett. Giov. Vicenza).

Una squadra completa in tutti i reparti, forte fisicamente, determinata e “cattiva” al punto giusto, con diverse soluzioni offensive e pericolosa nelle palle inattive.

Si nota che stanno bene fisicamente e mentalmente, bisognerà affrontarli con la massima concentrazione perché non mollano mai, anche sospinti dal ritrovato gruppo di tifosi!”